lunedì, luglio 24, 2006

Pace in Medioriente?

E' quello che tutti ci auguriamo, cioè un po' di pace nella zona della terra più tribolata della storia.

Una granata Hezbollah ha colpito un osservatore dell'ONU italiano, il capitano Roberto Punzo a cui auguro una pronta guarigione.

Quello che mi ha sempre colpito di questa zona del mondo è il fatto che c'è una specie tutti contro uno, l'uno ovviamente è Israele che fino ad oggi non ne è uscito mai particolarmente ammaccato.

Ora la Siria è pronta ad entrare in guerra, nel caso in cui Israele avanzi via terra nel territorio libanese.

Olmert sembra aver dato il via libera a delle forze di pace internazionali ma i civili, quelli che alla fine pagano sempre, pagano ancora.

Sul fronte italiano, Prodi ha dichiarato di voler porre la fiducia a Palazzo Madama sul finanziamento in Afghanistan, sperando che nel cdx vinca la volontà di essere coerenti rispetto alla pressione per abbattere il governo, come nel 98. Quest'ultima eventualità non sembra essere troppo inverosimile visto che Massimo D'Alema ha fatto ai suoi alleati una battuta "Se ponete la fiducia, fate prima bene i conti...". Di un'eventuale NO dei pacifisti oltranzisti nonostante la fiducia, ha paura pure Mastella che ha già messo le mani avanti dicendo che non è scontato, in caso di caduta del governo, che l'Udeur si rischieri col centro sinistra.

Da notare inoltre l'accorato appello del presidente del Senato, Marini, al Premier Prodi col quale gli chiede di non porre la fiducia, almeno su 3 dei 4 articoli da votare. La paura fa 90, evidentemente.

3 commenti:

camelot destra ideale ha detto...

Amico mio, quantunque lo speri, non credo sia ipotizzabile una caduta del governo Prodi in questo momento....non è possibile che siano tanto folli....purtroppo :-)

Van der Blogger ha detto...

Lo speriamo tutti, ma la realtà è cosa diversa dal desiderio, dobbiamo attenderew e stringere i denti...

COMITATI AUTONOMI ha detto...

PARCO DELLA PACE VENT'ANNI DOPO: LA MANIFESTAZIONE DI RILANCIO

Martedì 17 Giugno 2008, nel 13° anniversario della disfatta dei nemici dell'umanità, in commemorazione del più importante evento culturale della storia umana tenutosi in Piazza Irnerio a Milano il 17 Giugno 1995, si terrà una manifestazione in Via delle Forze Armate per rioccupare vent'anni dopo il Parco della Pace.

Con calma, spieghiamo tutto bene come al solito altrimenti si fa casino.

Per sapere di più sulla dinamica dei giardinetti per l'infanzia di Piazza Irnerio clicca su giardinetti.

Dietro la caserma Perrucchetti a Baggio in Viale Forze Armate c'è un vasto poligono militare in piena città, senza alberi, lasciato in balia del degrado e di presunte esercitazioni militari che non vengono mai fatte e che comunque in città sono vietate da precisi accordi internazionali.

Vent'anni fa, nella primavera del 1988, con un gruppo di miei amici occupai un'area militare operativa, il poligono di Baggio. Per la prima volta in Italia venne occupata un'area militare operativa... ( Continua con foto....)

comitati-autonomi.blogspot.com/2008/06/parco-della-pace-ventanni-dopo-la.html