venerdì, maggio 16, 2008

Un Genio



Vorrei soltanto non aver ancora letto Il Ritratto di Dorian Gray, per poterlo rileggere senza conoscerne già gli accadimenti.

Ad ogni buon conto, l'ho finito ieri e mi ha lasciato davvero senza parole per la bellezza di questo capolavoro della letteratura mondiale di tutti i tempi. Non solo per la storia, per il significato, per i personaggi. Ma anche per come riesce ad esternare il suo pensiero mettendo in bocca dei personaggi delle frasi che sono davvero geniali, tanto da essere rimaste nell'immaginario collettivo sotto forma di aforismi.

2 su tutti:

- L'unico modo per resistere alla tentazione, è cedervi...

- Un uomo può essere felice con qualsiasi donna, purchè non la ami...

Un GENIO!

15 commenti:

Il Viaggio ha detto...

Sono d'accordo con te. Per le citazioni mi preoccupi un pochino. Come va la vita VdB?? Scrittore piú narcisista penso non sia esistito, cosa dici?

La mia citazione preferita i Oscar Wilde:
"When people agree with me I always feel that I must be wrong"

EbonIvory ha detto...

:D

red_fox ha detto...

un tantino caustico l'Oscar!

Van der Blogger ha detto...

Roberta, devo confessare che è il primo libro di Wilde che leggo, ma posso dirti che mi ha impressionato oltremodo. Finora solo con Eco e Tolkien, per ragioni diverse, avevo provato qualcosa di simile. Considera che in vita mia libri ne ho letti ancora pochissimi, ma finora posso dirti questo... la vita mi va bene, i problemi non mancano ma se sto vicino a Dio, i miei problemi si ridimensionano; anzi posso aggiungere che alcuni si stanno proprio risolvendo e gli altri li affronto più a cuor leggero. Per le citazioni che ho scelto non preoccuparti, nessuna delle due l'ho fatta mia (ancora, ah ah ah) ma mi hanno colpito perchè sono geniali... e messe così nero su bianco perdono molto. Lette nel contesto del libro, immaginare questo Lord Enrico che proferisce queste parole, capirne le ragioni, la profondità... insomma è qualcosa di meraviglioso: è arte. Codivisibile o no. Cmq la tua citazione è davvero bella, la conosco bene ed è una tra quelle che posso sposare senza remore morali... ah ah ah-

Ebonivory, il tuo commento richiede una risposta altrettanto lunga e articolata... ma non ne sono in vena, come puoi vedere dalla mia risposta a Roberta. Ah ah ah. Ehi, per i miei gusti è troppo che non ci sentiamo... non dovevamo pizzarci?!?!

Red Fox, decisamente... ma lo rende così apprezzabile ai miei occhi. in un mondo di buonismo ed ipocrisia sopratutto...

Il Viaggio ha detto...

I like you VdB! Non sono molti i 20enni che leggono Wilde, Eco e Tolkien di spontanea volontá e con piacere. Fossi la tua prof. ti tirerei per i capelli alla facoltá di lettere di Catania e non ti mollerei fino a che non ti sei iscritto. Fossi tua madre (e potrei benissimo esserlo :D) ti toglierei vitto e alloggio fino a che non ti iscrivi. Sono "solo" tua amica e non posso fare altro che aspettare la buona notizia...ma spicciati no poco!

Oby ha detto...

Allora sono fortunatissimo: non l'ho ancora letto :D
Gli avvenimenti purtroppo mi sono giá stati "sputtanati" da ogni mio singolo professore da quando avevo 14 anni :(

Old Whig ha detto...

Oscar Wild è un po' troppo libertino per i miei gusti...e la prima citazione conferma il suo scarso spessore morale.
Come scrittore però non si discute.
A presto Van!

Anonimo ha detto...

Libertino? R.

Markuzzo ha detto...

Non è tra i miei scrittori preferiti, ma ho letto anni fa il suo Ritratto di Dorian Gray (in inglese, peraltro) ed è davvero un signor libro.

franciLeLe ha detto...

Mi dispiace che come prima apparizione sul tuo blog mi tocca presentarmi con un "Non ho mai letto niente di Oscar Wilde". Se è vero che i primi 7 secondi sono decisivi per l'instaurarsi di un qualunque tipo di rapporto, forse non sono partito con il piede giusto (-; A mia discolpa posso dire che ho letto, leggo e, molto verosimilmente, leggero molto spesso la Bibbia che è fra i tuoi libri in lettura. Ehi, ma lavoro anche alla clc, che è fra i tuoi link: forse ho salvato un rapporto che avevo fatto partire male, allora!

Gala ha detto...

Wilde è un grandissimo scrittore e quel libro è veramente meritevole. Ora che mi fai pensare è molto tempo che non lo prendo in mano... potrebbe essere giunta l'ora di riprenderlo dagli scaffali della mia biblioteca!

Angie ha detto...

Approvo..come non potrei..dato che il primo libro che ho letto è stato un suo racconto..e rimasi fulminata!
..era "Il fantasma di Canterville"!
:-)

micol aka fokina ha detto...

In inglese, comunque, rende mille volte di più!

Il Viaggio ha detto...

Ciao VdB. Senti sto cercando un masochista blues disposto a farmi compagnia in una maratona di lettura di classici durante l'estate. Ho 30 titoli che mi aspettano (non troppo massicci, a parte qualcuno) e che voglio sfidarmi a leggere in 15 settimane (= 2 libri la settimana). Alcuni autori sono scandinavi e se non sono tradotti potresti sostituirli con un classico italiano. Non sentirti in obbligo, è una pazzia che nessuno dei tuoi coetanei comprenderebbe e devi tener conto che tirar fuori un classico suicida scandinavo in spaggia probabilmente non ti dará un "bay watch" look ;D...ma mi piacerebbe fare questo viaggio con te e vedere dove porta il nostro pensiero...pensaci! Roberta

Tiziano Tescaro ha detto...

Interessante il vostro blog, passerò ancora a leggere i post
buona giornata da Tiziano