sabato, dicembre 02, 2006

Tutti a Roma

Image Hosted by ImageShack.us

Oggi è l'atteso giorno della manifestazione della CdL a Roma. Si prevede grossa affluenza, e come dubitarne? L'Italia non si riconosce davvero in questo Governo e vuole scendere in piazza a dirlo. Non sarà una spalla, non avrà effetti immediati, ma una manifestazione pacifica è sempre segno di civiltà.

Certo dispiace che l'UDC abbia scelto l'isolamento, gongolandosi magari con i complimenti di Prodi, ma la manifestazione dell'Italia che non ci sta è oggi a Roma. A Palermo ci andassero quando vogliono ma oggi era a Roma che dovevano essere.

Oggi sarà pure la giornata del giovane ex-Premier, ribattezzato già "Il Leone della libertà", che farè il discorso conclusivo durante il quale, si vocifera, verrà proiettato alle sue spalle il motto dell'araba fenice, (motto della città di Catania), "Melior de cinere surgo".

L'ingresso sarà ad effetto, Silvio uscirà da un tunnel di luce e fumo sintetico.

Comunque ci sarei andato più che volentieri, ma per motivi logistici non posso. Beh simbolicamente sono anche io in piazza e questo blog ne è testimoniaza.

5 commenti:

camelot destra ideale ha detto...

Veramente credo che a Roma ci sarà uno spettacolo meraviglioso...speriamo si arrivi a mezzo milione di presenze....buon week end van ;)

Monsoreau ha detto...

Mi auguro il successo della manifestazione e che non si trasformi in una valvoal di sfogo della tensione che si è accumulata contro la sinistra. Abbiamo bisogno di tanta tensione per poter continuare a impedire alla sinistra di distruggere tutto quello che abbiamo costruito.

red_fox ha detto...

A parte gli slogan e i motti che caricano e che parlano di libertà, democrazia, valori nazionali e orgoglio, e a parte il fatto che si è riaffermato (ma ce n'era bisogno?)che oltre Berlusconi c'è il nulla... che cosa si è detto?

Ineffabile ha detto...

Si è detto che ci sono due milioni di persone giuste che hanno rappresentato più di mezza Italia con dei c****** grossi così!
Ciao Van :)

Le Barricate

Van der Blogger ha detto...

@RedFox, a parte il fatto che non era un congresso programmatico, era solo una manifestazione contro il Governo, non bisognava mica fare controproposte o altro, non ne era il luogo. E' un errore a mio avviso pensare, come scrive stamani Tito Boeri che Berlusconi o chi per lui avrebbe addirittura dovuto fare auto critica sullo scorso Governo. E' stata una manifestazione con tantissima gente, una manifestazione fatta di slogan, sfottò, musica, colori. Che non ha distrutto vetrine o incendiato bandiere, seppure si vedessero anche bandiere di partiti appartenente alla destra più radicale. Detto questo non è vero che dopo Berlusconi vi è il nulla. Anzi, Fini è il successore che gli elettori in svariati sondaggi hanno scelto e che vista la fedeltà a Berlusconi, qust'ultimo non può non apprezzare. Questo è quello che si vede aldiqua della barricata, dall'altra parte, probabilmente, si vede ciò che hai visto tu.
Ciao RedFox (saluta R) e ciao a tutti.