giovedì, gennaio 17, 2008

Nonnismo nel nuovo millennio


- Cara, il piccolo Maicol avrebbe bisogno di un fratellino o una sorellina.

- Lo so caro, ma è ancora piccolo, poi magari soffre di gelosia, ha solo 3 anni.

- Ma ne avrà almeno quattro quando arriva sto fratellino.

- Non lo so, sai con il lavoro, la palestra, lo yoga, il latino americano, lo spinning, lo shopping...

- Ma dai che ti frega, facciamolo e basta. Non vorrei nostro figlio crescesse solo.

- Aspettiamo qualche altro anno, ascolta a me.

- Ma perchè qual'è il problema?

- Il vero problema è che non si sente pronta per un altro pargolo, Maicol le assorbe tutto il tempo.

- Vabbè ora parli di te in terza persona... a quando il plurale maiestatis?

- Ma no, non parlo di me.

- E di chi allora?

- Semplice, di mia madre.

8 commenti:

duhangst ha detto...

:-) Carina

verbena ha detto...

Beh, essere genitori non è facile, credetemi. Altro che shopping... Io però ne ho fatti due e se avessi qualche soldo in più mi lancerei pure per il terzo... of course!

Anonimo ha detto...

soldi? Non capisco, Roberta

Van der Blogger ha detto...

Duhangst, è un dialogo verosimile se non proprio reale.

Verbena, wow, complimenti! Si in effetti ho sempre pensato che essere genitore sia difficile ma dia molta gioia.

Roberta mi riferisco al fenomeno (forse) tutto italiano che vedi molti bimbi cresciuti dalle nonne mentre le madri lavorano. Ho preso spunto da una battuta che si è fatta in questi giorni in famiglia. A presto

verbena ha detto...

Con qualche soldo in più potrei permettermi di stare in casa con i miei figli, magari solo per qualche anno. Non sempre i part time sono possibilità concrete... dipende dal lavoro che si fa...

Anonimo ha detto...

VdB, il tuo posto l'ho capito è il soldi=figli che non mi entra in testa. Forse qualcuno dovrebbe provare a fare strappo alla "regola", sicuramente si accorgerebbe che l'equazione soldi=figli non è necessariamente corretta.

Anonimo ha detto...

I miei commenti sono dovuti al pensiero tanto triste di sentirsi in dovere di rinunciare a figli per motivi economici! Per il resto faccia ognuno come desidera...buona serata! Roberta

Jansen ha detto...

purtroppo è vero. in molti casi, senza l'aiuto dei propri genitori crescere dei figli è un bel problema