martedì, ottobre 24, 2006

In mezzo al mondo distante

In mezzo al mondo distante
sentimenti come vapori salgono
i più si fermano a mezz'aria
altri raggiungono il cielo
e se non ricadono giù come fossero pioggia
rimarranno a vagare per lo spazio, alti, splendidi, soli
ma loro emuli più o meno intraprendenti
sono sempre qua
a salire come vapori
in mezzo al mondo distante.

(si sono patetico, ma mi andava di pubblicarla, l'ho scritta appena adesso)

5 commenti:

Enrico ha detto...

Per me i patetici sono quelli che guardano maria de filippi et similia...

La poesia non è mai patetica. QUindi continua a farlo senza giustificazioni, come io continuo a fare :)

Ineffabile ha detto...

Per la prima volta nella mia vita (ed unica, spero) sono completamente d'accordo con Enrico...
Starà per venirmi l'influenza? :))
Ciao Van ;)

red_fox ha detto...

evvai van, bravo!

EbonIvory ha detto...

senza parole :)

Van der Blogger ha detto...

O ragazzi, grazie a tutti. Siete incoraggianti. Anche se potri nutrire qualche dubbio sul commento del buon EbonIvory :-D