sabato, novembre 11, 2006

NON E' GIUSTO

Domani saranno tre anni che 17 militari e 2 civili italiani sono morti nella strage di Nassiriya. Domani non avrò possibilità di scriverne un post ma lo faccio oggi. Domani in Parlamento non avranno possibilità di fare un minuto di silenzio, l'hanno già fatto.

Il presidente della camera Fauso Bertinotti ha fatto il suo discorso di rito, un discorso che alla luce dei fatti si è rivelato un pò ipocrita, almeno a mio criticabile giudizio.

Già perchè lo stesso presidente della Camera, ha commentato motivandola, la mancata commemorazione di quest'anno.

Perchè dovete sapere che in questo paese alla deriva non si riesce nemmeno per un minuto a mettere da parte gli scontri beceri tra parti politiche.

Il governicchio Prodi, ha tolto di mezzo la commemorazione delle 19 vittime del terrorismo, lasciando le celebrazioni a iniziative locali. Come dire il povero Orazio Majorana, ex-alunno dell'Istituto Gemmellaro di Catania, da me frequentato, e da me ricordato in un'intervista ad una TV locale all'epoca della strage, non ha il diritto di essere ricordato da tutta Italia da eroe, essendo morto in missione di peace-keeping. Al massimo potremmo ricordarlo localmente. Personalmente sono indignato.

E sapete la motivazione data dal compagno Bertinotti? La morte dei 19 eroi è avvenuta in un contesto di missione di GUERRA. Avete capito? Solo in Libano è missione di pace, le altre sono missioni di guerra. Che meschinità. Sono disgustato!

Lo sanno anche le pietre che la risoluzione dell'Onu http://www.usembassy.it/file2003_10/alia/A3101603ir.htm non parla affatto di guerra. Per i più pigri riporto i paragrafi 13-14 che forse Bertinotti non ha mai letto.

Il Consiglio di Sicurezza...

13. Stabilisce che il conseguimento della sicurezza e della stabilità è fondamentale per riuscire a portare a termine con successo il processo politico come previsto nel citato paragrafo 7 e per permettere alle Nazioni Unite di sostenere efficacemente tale processo e l'attuazione della Risoluzione 1483 (2003). Autorizza, altresì, la Forza multinazionale sotto comando unificato a prendere tutti i provvedimenti necessari per contribuire al mantenimento della sicurezza e della stabilità in Iraq, anche al fine di garantire le condizioni necessarie all'attuazione della tabella di marcia e del programma e di contribuire alla sicurezza della Missione di Assistenza delle Nazioni Unite per l'Iraq, del Consiglio di Governo iracheno, di altre Istituzioni dell'Amministrazione provvisoria irachena e delle principali strutture umanitarie ed economiche;

14. Esorta i Paesi Membri a dare il proprio contributo, in virtù di questo mandato delle Nazioni Unite, anche con l'invio di forze militari, alla Forza multinazionale sopramenzionata nel paragrafo 13;

Quindi i nostri 19, sono eroi di PACE, uccisi dalla follia terrorista. Checchè ne dica Bertinotti.

E mentre tolgono la commemorazione ai caduti di Nassiriya, il PRC dedica la propria sala al Senato a Carlo Giuliani. Il ragazzo no-global ucciso a Genova durante il G8. Gli dedicano la propria sala perchè è un'eroe, un esempio da seguire per tutti i giovani che vogliono cambiare il mondo con pietre, bastoni ed estintore. Chissà che ne penserebbe Gandhi?

Io intanto la mia cameretta, in confidenza, la chiamo "Stanza Orazio Majorana".

5 commenti:

red_fox ha detto...

non ci credo... già 3 anni?

Van der Blogger ha detto...

E si Red Fox, io andavo ancora a scuola, come vola il tempo...

camelot destra ideale ha detto...

A volte mostrano un'insensibilità che davvero fa dubitare della loro buona fede e della loro democraticità...

Ineffabile ha detto...

Mi è piaciuta moltissimo la fine del tuo post e sono con te!

FulviaLeopardi ha detto...

ah, carlo giuliani sarebbe un esempio da seguire?
mmm...