sabato, marzo 18, 2006

A.A.A. MORTADELLA PER SOLI RICCHI

Scusatemi, ma non ce l'ho fatta. Questa immagine mi ha letteralmente fatto impazzire in edicola stamani. Ancora in visibilio ho preso "Libero" e me ne sono andato a casa. Credo che ne farò un poster. Non avevo mai osato immaginare Prodi in questi termini. Montezemolo non vuole essere tirato per la giacca, Prodi promette la riduzione del cuneo fiscale di 5 punti o anche più (il tutto sarà finanziato dalla lotta all'evasione fiscale e dalla tassazione delle rendite finanziarie), il taglio dell'Irap etc etc. Lo farà, perchè salira al Governo, tasserà le rendite e farà tutto. Tutto tutto, promesso. Giurin Giuretto. Riprenderà la ricerca nucleare senza aprire centrali riducendo così (???) del 20% il costo dell'energia. Per le grandi opere si affiderà alle sue spiccate doti di contrattatore. Insomma ci aspettano cinque anni d'oro. Anche i Finlandesi e i Norvegesi faranno la fila per venire ad abitare qui in Italia. Il sud deve essere il porto che ci collega con l'Asia, aboliamo i CPT, e lo saremo davvero. Tutto ciò mentre Berluska è a letto con la lombosciatalgia e si fa sostituire da Tremonti che spiega come la tassazione delle rendite sia un'autogol. E' comunque un periodo di rivolte anche in Francia, si ribellano alla legge che da facoltà di licenziare senza giusta causa. François Caruso guida les disobbedients e si candida con Rifondation Comuniste. Ho poco tempo e tanto da dire. Mi limito a riportare quindi uno stralcio di un articolo di oggi apparso su Libero dalla penna (divertente, dai) di Mattias Mainiero:

"Romano Prodi è il re dell'ambiguità. Consentiteci la battuta forse un po' pesante: è un transgender della politica, una coppia di fatto in attesa di regolarizzazione elettorale (che speriamo non arrivi). Fateci caso: fino a ieri pomeriggio, il Professore era un noto e stimato (dai suoi compagni) cattocomunista. Come facesse a conciliare l'immortalità dell'anima con Fausto Bertinotti e la Divina Provvidenza con Oliviero Diliberto, il matrimonio con i Pacs, rimarrà un mistero sicuramente poco gaudioso. Ora l'aspirante presidente del Consiglio è riuscito a fare di più: ha preso anima (mortale) e corpo, è andato alla Fiera di Vicenza alla convention degli imprenditori italiani e si è offerto - lui integerrimo leader della sinistra alleata con i no global, i disobbedienti, gli anarco-insurrezionalisti e i paladini veri o presunti di tutti i poveri del pianeta - ai ricchi banchieri e finanzieri, capitani di industria e pure di yacht ormeggiati a Portofino. Era un semplice cattocomunista, Romano Prodi, una contraddizione in termini che concorreva per Palazzo Chigi, un conflitto d'interessi contro il quale nessuna legge potrà mai nulla. Ieri è diventato un cattocomunista-confindustriale o confcomunista. Scegliete voi il neologismo che vi piace di più e non biasimateci se a noi viene in mente l'immagine di una signorina un po' sfiorita, trucco pesante, calze a rete e minigonna, che adesca giovani e anziani col portafoglio gonfio (che, detto per inciso, altro non aspettavano, viste anche le recenti posizioni assunte dal Corriere della Sera). "

Ma un'immagine rimarrà... quella qua sopra... di diritto negli annali... (ringrazio il quotidiano Libero)

9 commenti:

camelot destra ideale ha detto...

Molto carino e giusto il tuo post, ed esilarante la vignetta...davvero da riprendere...Prodi oramai va davvero con chiunque....è tragico e grottesco...buon fine settimana van der...

SubMarcos ha detto...

Purtroppo Prodi si ritrova con una coalizione di contraddizioni, ma le contraddizioni hanno scelto un compromesso, e rispettarlo ne va della loro credibilità.

L'unità del centrodestra non mi sembra abbia prodotto questi grandi risultati, tra l'altro.

p.s. E' la prima vignetta di destra che mi ha fatto sorridere in vita mia :)

EbonIvory ha detto...

non sapevo bloggassi di sabato

Van der Blogger ha detto...

@camelot, la vignetta è stata proprio la musa ispiratrice, non avrei postato forse senza la vignetta.

@Enrico, mi fa piacere essere riuscito a farti ridere. Concordo comunque che a destra sono poche che fanno ridere. Fa ridere molto di più la sinistra (ma anche piancgere). Dai era solo una battuta... ;)

@EbonIvory, quando mi vedi postare il sabato immaginami in un internet point...

FulviaLeopardi ha detto...

per una volta che non compro giornali (né libero, né repubblica, né corriere, tanto per avere 3 differenti visioni di mondo) appare questa vignetta degna di finire sugli an(n)ali!

Uff

Ps la RAI è carente. Concordo con te sul discorso sponsor, ma ci sono tante altre cose che non vanno. Per dire, un sordo il dibattito Prodi - Berlusconi, come poteva seguirlo? Anche quando ci fosse un mondiale di pattinaggio e una partita di coppa Italia tra assisi angelana e cannara, scommetti che la rai sceglierebbe il calcio? Non pretendevo una copertura totale (anche perché difficilmente le avrei seguite) ma neanche un trafiletto a destra nell'ultima pagina di sport

Van der Blogger ha detto...

Che dire. Tutto gira intorno ai $... per la vignetta, non preoccuparti neanche quando non compri giornali. Nell'immensa blogosfere ci sarà sempre qualcuno che riporterà le cose interessanti...

Carmelo ha detto...

Un consiglio: togli la vignetta (eccezionale!!!) perchè ti possono perseguire legalmente.
Intendo dire che se non hai i diritti per usare quella immagine, possono esserci probelmi di copyright.
Occhio...

camelot destra ideale ha detto...

Van der...domani farò un Open Track Back Party sul mio Blog...vieni a leggere il relativo articolo (domani) per informarti su come funziona...ti preannuncio che è un modo per segnalare i post scritti da altri...quindi se magari scrivi un post nuovo, puoi segnalarlo sul mio blog...con le modalità che ti saranno spiegate nel post...comunque puoi anche segnalare questo post...vedi tu...a presto

Van der Blogger ha detto...

Carmelo mi hai messo la pulce all'orecchio. Ma per questo tipo di cose non basta citare la fonte?

Camelot sicuramente domani vengo a scoprire cos'è questo party...