martedì, marzo 21, 2006

E' primavera... svegliatevi bambini

Già, oggi è il primo giorno di primavera e ci dovrebbe essere un risveglio. Fino ad oggi infatti quella che i sondaggi dicevano essere la fetta degli indecisi è troppo grande. Ma con l'inizio della stagione del risveglio dei sensi e delle allergie, sono convinto che aumenterà, oltre al fatturato kleenex, anche quella voglia di dire la propria alle urne. Del resto manca poco e il popolo degli indecisi si deve decidere.

Certo, se l'indeciso è un cattolico praticante o comunque è un cristiano e si rispecchia nelle parole dette ieri dal Cardinal Ruini, probabilmente la sua decisione potrebbe andare a destra. Attenzione, non che il porporato abbia dato indicazioni di voto, anzi l'ha ribadito più volte che la Chiesa si mantiene neutrale, ma le sue dichiarazioni sembrano facilmente interpretabili in una direzione. Ha detto che è un dovere civico per ogni cattolico andare a votare, e che un buon cattolico deve votare tenendo in forte considerazione «quei contenuti irrinunciabili» che dovranno orientare la scelta politica: vita, famiglia e matrimonio in primis. A me che non sono nè un politologo nè tantomeno un vaticanista la solfa sembra abbastanza chiara. Anche mio fratello di 10 anni può facilemente capire che le idee che circolano nel centro sinistra sono per alcuni aspetti contrastanti con "quei valori..." intesi da Ruini.

Quindi, morale della favola, se un indeciso si deciderà influenzato (e in crisi allergica) dalle parole di Ruini, mi sembra inevitabile che non voti certo per la coalizione che al suo interno c'ha i portavessilli dei pacs, ma per l'altra, anche se per esclusione. Infatti, se pure votasse per Rutelli (ieri nervosetto a Porta a Porta) o per Mastella, dovrebbe fare sempre i conti con Rifondazione, Rosa nel Pugno, Comunisti Italiani e via discorrendo.

Intendiamoci, a mio avviso non sono moltissimi coloro i quali prendano le parole di Ruini come dogma e decideranno di conseguenza, ma qualcuno ci sarà, non farà la differenza ma ci sarà.

Altra notizia degna di nota sono le dimissioni di Della Valle dal direttivo Confindustria. L'ha fatto per non danneggiare gli amici imprenditori. Quali amici, Diego, quelli che ti hanno fischiato sonoramente a Vicenza?
Già perchè oltre ai fischi ci sono state anche dichiarazioni, per esempio quella di Riello, circa la presa di posizione di Della Valle contro il Premier bollandola come mancato equilibrio. Chiunque abbia portato avanti la tesi della claque del Premier, si vada a leggere e ad ascoltare le dichiarazioni della vera "Confindustria", ciò degli imprenditori. Non si fidano di Prodi e stanno con Berlusconi. Punto. Ma del resto era prevedibilee ciò non sposterà nessun voto.

Quindi, che sia dall'una o dall'altra parte, prendete una decisione, coraggio.

E' primavera... svegliatevi bambini.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

ma che cazzo dicI????..

Anonimo ha detto...

hEI AMICO SIAMO NEL 2006.

red_fox ha detto...

Proprio come negli anni 50 durante i quali il prete durante la messa diceva:"E' nostro dovere andare a votare. E mi raccomando, miei cari fedeli, votate un partito che sia democratico e cristiano"

red_fox ha detto...

aspetta che questa la posto sul mio blogghetto

Monsoreau ha detto...

Mi trovi d'accordo e, forse, un segnale premonitore lo aveva dato CL (o la CdO che è poi la stessa cosa) e loro qualche voticino lo smuovono ... :-)
Ai commenti precedenti direi che proprio perchè siamo nel 2006 chiunque ha diritto di esprimere le sue indicazioni di voto o di valori.
Lo fanno tutte le chiese (basta ascoltare la trasmissione dei protestanti, anzi degli evangelici alle 7,30 della domenica per radio: se non è propaganda di parte quella !), lo fanno associazioni di ogni ordine e grado, lo fanno i dirigenti confindustriali nonostante i lazzi e i fischi che subiscono dalla loro base, perchè non lo dovrebbe fare la chiesa cattolica ?


OT:VdB, domani dai un'occhiata a Blacknights,ci sarà una "mission" per te ;-)

camelot destra ideale ha detto...

Sarà primavera, ma almeno climaticamente non si vede, elettoralmente non so poi:-)
Perchè non partecipi al mio Open Track Back Post?
Se ti interessa, vieni a vedere di cosa si tratta...a presto van der..

Van der Blogger ha detto...

@Anonimo, grazie per la tua critica costruttiva...
@Red_Fox, grazie dell'intervento, non credo che la CEI abbia mai smesso di esprimersi e non vedo perchè non dovrebbe poter esprimersi. Poi è sempre il singolo a scegliere... certo che se dicessero "o voti per XXXYY o niente comunione" sarebbe tragicomico ma visto che siamo nel 2006 (grazie anonimo)...
@Monsoreau, sono d'accorso sul diritto di esprimere la propria opinione nella libertà di coscienza.
@Camelot, corriamo il rischio che non ci sia una primavera elettorale ma solo un burrascoso inverno..
@Monsoreau e Camelot, scusatemi ma ho così poco tempo... chiedo venia. Farò il possibile