lunedì, marzo 06, 2006

Che bella gente, capisce tutto...

La settimana scorsa, per problemi miei prima e del server poi, sono stato un po’ latitante. Ma non mi sento tanto in colpa visto che non sono mancato a nessuno.

Sanremo anche per quest’anno è finito. Ha vinto Povia con “Quando i piccioni fanno cruuuuu”. La Gigi d’Alessio femminile ha battuto la bella interpretazione di Dolcenera. I nomadi hanno vinto, bene, tra i gruppi, e Maffoli, Moffoli o qualcosa del genere tra i giovani. Meritavano di più nell’ordine: Cristicchi, L’Aura e Elena Hellwig. In tanti sono andati a beccare un mucchio di soldi per massaggiare i piedi alla brava Vicky o per rispondere a qualche domanda. Gli ospiti italiani hanno fatto quel che dovevano. In alcuni momenti ero convinto che il momento più carico di pathos fosse la telepromozione della Wind. Mi ha entusiasmato quella specie di ghirigoro di Dante Ferretti che per me era una pubblicità occulta della “3”, poi ognuno ci vedeva quello che gli pareva più bello, alcuni dicevano che era una chiave di violino. Ma de che?

Ma è stata soprattutto la settimana della visita del nostro Premier al Congresso degli Stati Uniti. Un orgoglio per tutti gli italiani. Festa guastata naturalmente da un opposizione che lascia senza parole. Per Fassino è stato un atto di genuflessione al potente. Per molti altri è stato uno spot elettorale, tanto da invocare la par condicio perché il tg5 aveva trasmesso la diretta. Ma il massimo è Diliberto: “Si sono stretti mani grondanti di sangue”… Pensasse ai resistenti, come li chiamano i suoi amici. Pensasse a “10, 100, 1000 Nassiriya”. Invece per tutti noi è stato un orgoglio vedere l’Italia così stimata nel mondo. Bello che persino Hilary Clinton abbia battuto le mani e si sia pure commosso. E mortadella che rosicava, e l’Unità che sosteneva che al Congresso c’erano tante controfigure a sostituire i veri Congressisti. E tutti battevano le mani. Sedici volte in venti minuti.

Venerdì a Matrix grande show con Gasparri e Di Pietro che non hanno fatto discutere. Gli headliner della serata erano Borghezio e Caruso. Si parlava del pestaggio di Sassuolo ai danni di un marocchino… Caruso era scandalizzato, povero piccolo, da tanta violenza mentre Borghezio difendeva quei poliziotti a spada tratta, riportando le parole dei cittadini di Sassuolo che dicevano “Hanno fatto bene”, in un dialetto che per motivi evidentemente geo-linguistici non riesco a riprodurre. Ma il clou della serata è stato il dibattito sui CPT. Che per Caruso dovrebbero essere chiusi…. Ma ci rendiamo conto di cosa rischiamo di avere sulle poltrone di Montecitorio? Gente che chiama resistenti i terroristi, che favorirebbe l’immigrazione clandestina, che esproprierebbe le terze case. E ancora che aumenta la tassazione sulle rendite, che blocca tutte le grandi opere.

E’ stata pure la settimana delle minacce di Gheddafi all’Italia. Ha detto il colonnello (ho sbagliato grado) che i libici erano pronti ad attaccare obiettivi italiani ben prima della genialata di Calderoli.

Che bella gente, capisce tutto…

12 commenti:

red_fox ha detto...

Perché dici così? A me sei mancato, ti leggo sempre volentieri.

Van der Blogger ha detto...

Certe cose si dicono per il piacere di sentirsi dire cose come quelle che mi hai detto tu :)

Monsoreau ha detto...

Diliberto ha riabilitato (alla grande!) Calderoli ed ha anche dimostrato, assieme ai no global che hanno cercato di imopedire a Borghezio di parlare sabato a Padova, che gli impresentabili stanno tutti a sinistra.

Ineffabile ha detto...

Caro Van, parlando di certe cose mi tocchi un nervo scoperto.
Ho scritto anch'io del successo della visita negli USA del Premier ed ho scritto delle bili perforate dei politici di sinistra. Rimane poco da dire... solo vergogna per quegli avvoltoi.
Ciao :)

ps.
Ho ricambiato, Grazie della gentilezza :)

EbonIvory ha detto...

Però. L'ha programmata ben benino il Cav. Si è organizzato un viaggetto negli USA a spese dei contribuenti pur di non vedere Sanremo. Poteva semplicemente cambiare canale, o andare al cinema, magari lo avrei invitato a cena, così avrei chiarito una serie di domande che mi frullano in testa. Personalmente ho lavorato fino a tardi da non sapere nulla ne di Sanremo ne del viaggio del Berlusca. Una settimana felice la mia.

Van der Blogger ha detto...

@monsoreau, nonostante non nutra grossa simpatia per Borghezio, lo preferisco 1000 volte a Caruso. Comunque un conto è parlare, un conto è picchiare (come gli è accuduto in treno qualche settimana fa per mano non so di chi)...

@Ineffabile, grazie a te... però mi preoccua che la vergogna quei signori li non conoscono nemmeno cosa sia... perchè già a mio avviso dirsi comunista o dire di voler rifondare il comunismo è abbastanza... Io sono ignorante di storia, ma i Diliberto, Bertinotti, Rizzo e compagnia bella dovrebbero insegnarmi qualche cosa... o non lo sanno nemmeno loro.

@ebonivory, non ti crede nessuno :)

FulviaLeopardi ha detto...

non ho visto san remo, non ho visto berlusconi negli usa, se possibile gheddafi è ancora peggio dei leghisti

ps guarda che anche noi pensiamo di capire tutto (noi=gli italiani)

siamo i signori so-tutto-io

Van der Blogger ha detto...

Benvenue, ma certo, tutti capiamo tutto, è logico... in Italia ci sono 57 milioni di allenatori, medici, politici, piloti, cantanti, musicisti, scienziati, diplomatici, cuochi, di tutto di più....

camelot destra ideale ha detto...

non è vero che non sei mancato a nessuno: il sottoscritto è venuto ogni giorno dalla data del tuo ultimo post, ma non potevo commentare sempre lo stesso post:-) ieri ho visto in un'emittente napoletana un'intervista a Caruso...meglio che non ti dica...roba da rimanerne disgustati a vita...

Van der Blogger ha detto...

hi camelot... dai racconta qualcosa, riporta qualche stralcio che ci facciamo due risate..

Chris ha detto...

Ci vuol pazienza....

Van der Blogger ha detto...

molta chris, molta. speriamo di non doverne avere cinque anni però....